Domenica 2 giugno 2019 escursione nell’Abruzzo aquilano

Chiese aperte 2019. Archeoclub Marsica alla scoperta dei misteri di due chiese
6 Maggio 2019
Domenica 23 giugno 2019 il professor Grossi tra i flauti itineranti nella Valle di Amplero
17 Giugno 2019

Domenica 2 giugno 2019 l’Archeoclub Marsica organizza per i suoi iscritti un’interessante escursione nell’Abruzzo aquilano. Una valente guida turistica ufficiale, oltre che storica dell’arte, accompagnerà i partecipanti alla scoperta di importanti opere d’arte del territorio. Durante la prima tappa sarà possibile visitare la Chiesa di Santa Maria ad Cryptas, uno degli edifici sacri più antichi e preziosi del territorio aquilano, dichiarata monumento nazionale nel 1902. L’edificazione della chiesa risale verosimilmente al IX o X secolo d.C.. Si trattava di un tempio in stile romano-bizantino con una cripta dalla quale si presume derivi il nome stesso della chiesa. Quattrocento anni più tardi, sull’originario tempio, i benedettini hanno realizzato un edifico in stile gotico-cistercense. Il terremoto de L’Aquila del 2009 ha danneggiato seriamente la Chiesa di Santa Maria ad Cryptas la quale, dopo un’importante e complessa opera di restauro, è stata riaperta al culto solo il 28 aprile 2019.

Chiesa di Santa Maria Assunta – Bominaco

A seguire sarà possibile visitare il complesso monastico di Bominaco le cui primissime tracce vengono fatte risalire addirittura al III o IV secolo d.C. lì dove sono stati sepolti i resti mortali di San Pellegrino, un missionario laico, che subì il martirio proprio a Bominaco. Intorno all’VIII secolo su quella tomba è stata costruita una prima chiesa trasformata in Oratorio per volontà di Carlo Magno. Dell’antico complesso restano oggi solo la chiesa di Santa Maria Assunta e l’Oratorio di San Pellegrino. Successivamente la visita prevede la salita al suggestivo Castello di Bominaco, che domina il celebre altopiano di Navelli, e una sosta all’Eremo di San Michele Arcangelo, una grotta all’interno della quale, secondo la leggenda, alla fine dell’XI sec., è vissuto san Tassio e dove è ancora possibile notare le tracce di chi, nei secoli passati, ha dimorato in questo romitorio. Infine sarà possibile ammirare anche l’Ambone di Prata d’Ansidonia risalente al 1240, inizialmente custodito nella Chiesa di San Paolo a Peltuinum e poi traslato nella chiesa parrocchiale di Prata d’Ansidonia per timore di furto.

Ambone di Prata d’Ansidonia

E’ prevista una breve sosta per il pranzo presso un ristorante di Bominaco. Il costo preventivato è di euro 20 a persona.
L’incontro per la partenza da Avezzano è alle ore 08:30 presso il piazzale della Stazione.
Gli iscritti all’Archeoclub Marsica che volessero prendere parte all’escursione sono pregati da fornire tempestiva comunicazione.