Addio a Lucio Losardo, fondatore e socio storico dell’Archeoclub Marsica

Archeoclub Marsica. Eletto il nuovo consiglio direttivo per il triennio 2020-2023
28 Febbraio 2020
storia della fondazione dell’Archeoclub Marsica dal 1973 al 1976.
3 Aprile 2020

Nel pomeriggio del 18 marzo 2020 è venuto a mancare Lucio Losardo. Aveva 97 anni e la sua scomparsa ha generato grande commozione tra i soci dell’Archeoclub Marsica che hanno sempre nutrito dei confronti del dottor Losardo grande stima e immenso affetto. Di seguito i messaggi di cordoglio da parte di alcuni membri dell’Archeoclub che così hanno voluto così ricordare Lucio Losardo.

Avvocato Umberto Irti: Lucio Losardo ci ha lasciati. Socio fondatore dell’Archeoclub è stato particolarmente attivo per alcuni decenni. Faceva da guida in occasione delle nostre gite, autore di varie pubblicazioni insieme a Enzo Maccallini. Pregevole soprattutto il volume sul campo dei prigionieri di Borgo Pineta [“Prigionieri di guerra ad Avezzano. Il campo di concentramento, memorie da salvare” di Lucio Losardo, Enzo Maccallini, ndr]. E come dimenticare i suoi modi garbati, sempre accompagnati da un cordiale sorriso? Un vero signore, insomma, che lascia un magnifico ricordo. Ciao Lucio.

Paolo Paris: Mi associo al dispiacere per questa ennesima brutta notizia, i ricordi che ho io di Losardo sono quelli di un farmacista d’altro stampo, capace, mi disse una volta, di creare un farmaco, una medicina con le sue mani. Mi nominava alambicchi, misurini etc. A proposito di Losardo, lo ricordo grande camminatore per le vie di Avezzano, sorridente e con un garbo unico. Del suo contributo all’Archeoclub ha già detto Irti. Anche di recente, per la realizzazione delle tabelle sul campo di prigionia, ho avuto modo di tornare sul suo prezioso libro scritto insieme al compianto Gianluca Tarquinio. Il caro Lucio non alzava mai la voce, si discuteva con lui con piacere e io, da ragazzo, avevo modo sempre di apprendere qualcosa.

Professoressa Licia Macioci: Anch’io ho un ricordo molto bello di Lucio Losardo che ho stimato sia come persona gentile e professionalmente competente, sia per il valido prezioso contributo dato generosamente all’Archeoclub. Autore di libri interessanti e documentati insieme all’amico Enzo Maccallini come per esempio “Curiosando per la Marsica” in vari volumetti e il libro più corposo e ricco di foto e testimonianze già citato da Umberto Irti, “Prigionieri di guerra ad Avezzano”. Inoltre Losardo ha sempre partecipato alle gite della nostra associazione fino a quando gli è stato possibile. Amava anche relazionare in modo preciso e lineare questi interessanti itinerari culturali. Io e Vera custodiamo con cura questi resoconti che racchiudono la nostra vita culturale, volta ad esplorare e conoscere il grande patrimonio artistico e storico dell’Italia.

Professor Giuseppe Grossi: Una grave perdita per l’Archeoclub: una persona sempre disponibile e gentile, un vero signore.